Recuperi videoludici #11 Remember Me - Almost nerd

Breaking

Almostnerd.it, news e curiosità su serie tv, comics, videogiochi, cinema, animazione e molto altro, vieni a trovarci anche sui nostri social!

venerdì 30 gennaio 2015

Recuperi videoludici #11 Remember Me




Remember me, è un videogioco di genere action-adventure, sviluppato da DONTNOD (studio francese indipendente), e pubblicato da Capcom per PC, Xbox 360 e Playstation 3, nel giugno del 2013.

La storia di Remember me, parte da uno dei canoni classici della narrazione, la perdita di memoria, ci troviamo in una futuristica Parigi, nel 2084, dove Nilin, la protagonista di questa avventura, si trova prigioniera nella Bastiglia (trasformata in un carcere di massima sicurezza) priva di ogni ricordo; grazie all'aiuto di un personaggio misterioso di nome Edge, Nilin riuscirà a fuggire, e, pian piano, a ritrovare i suoi ricordi e la sua identità.

Da quando la Memorize ha creato il Sensen, un dispositivo neurale capace di cancellare i ricordi più brutti lasciando solo quelli felici, il mondo è completamente cambiato, la manipolazione mentale ha generato una dipendenza totale, spaccando la società in due; da un lato ovviamente i ricchi e dall'altro tutti i reietti dei bassifondi, che, a causa delle mutazioni, stanno diventando dei veri e propri mostri. Per tentare di arginare la situazione, la Memorize, diventata nel corso degli anni una potenza mondiale su tutti i fronti, si è dotata di un vero e proprio esercito, che si occupa anche dell'internamento e del recupero dei reietti. Contro tutto questo, si schierano gli Erroristi, un gruppo di ribelli deciso a sovvertire le cose, di cui fa parte la protagonista, essa, inoltre, è l'unica in grado di sottrarre e manipolare i ricordi e, una volta liberata e riacquistata la memoria, la battaglia avrà inizio.

A fare da contorno a una base narrativa davvero solida, abbiamo Neo-Parigi, semplicemente una meraviglia per gli occhi, le ambientazioni di questo gioco sono assolutamente fantastiche, tutto ciò che abbiamo intorno trasmette perfettamente ciò che la storia ci sta raccontando, le tonalità usate i vari quartieri che esploreremo e tutti gli edifici che Nilin dovrà scalare sprizzano ciberpunk da tutti i pori.

Il gameplay, ricorda molto quello della serie Arkham, e ciò è ovviamente un bene, i vari combattimenti con degli avversari abbastanza numerosi e differenti si articoleranno in combo a più non posso e un sistema di contrattacco efficace; unica piccola pecca è che con il passare del tempo diventa troppo semplice, un pizzico di difficoltà in più non avrebbe gustato, tirando le somme quello di Remember me a mio parere è uno dei migliori combat sistem di questa generazione.

Mi ritrovo qui, dopo un anno e mezzo dalla sua uscita a parlare di Remember me, e, probabilmente in pochi ricorderanno questo titolo, non solo a mio parere tra i migliori della scorsa gen, cosa non ha dunque funzionato? Intanto va fatto un plauso grandissimo ai ragazzi di DONTNOD, che pur di non cambiare di una virgola il loro progetto, hanno rifiutato varie offerte fino a quando sono riusciti a far arrivare sugli scaffali un prodotto che per prima cosa ha rispecchiato in pieno il loro progetto originale, ( e per un team al suo primo gioco è una cosa fantastica); la prima colpa del parziale insuccesso del titolo, va sicuramente a Capcom, rea di aver investito pochissimo sul marketing di questo titolo, buttando poi soldi in merdate come Resident Evil 6 (ma questa è un altra storia); la seconda, va ahimè a noi videogiocatori, sempre buoni a lamentarci dei giochi tutti uguali, della poca innovazione e GNE GNE GNE, poi arriva sugli scaffali un opera prima di un team giovane, con una trama che caga in testa alla maggior parte dei titoli tripla A degli ultimi anni (stesso discorso vale per Spec Ops, titolo di cui parlai tempo fa), e solo in pochi lo vanno a comprare, che cazzo vi lamentate a fare quindi? Il vostro prossimo mirabolante Call of duty vi sta aspettando correte a comprarlo!


Nexus993

Nessun commento:

Posta un commento